Per contatti e-mail: info@bevilatte.it

Ecco le risposte alle tue domande sul latte crudo

Per il Consumatore

D :
Perchè preferire il latte crudo?
R :
Perchè il latte crudo è buono, disseta è sano e perchè è prodotto dalle nostre aziende.
D :
Il latte crudo è latte fresco?
R :
E' l'unico veramente fresco, perché munto massimo nelle 24 ore.
D :
Che differenza c'è tra il latte al supermercato e il latte crudo?
R :
Il latte crudo è l'unico che è esattamente come lo ha fatto la natura, non ha subito alcun trattamento industriale, non è pastorizzato, né omogeneizzato, ma è stato attentamente filtrato e subito refrigerato.
D :
Cos'è la pastorizzazione?
R :
La pastorizzazione è un processo di riscaldamento a 75-78°C applicato al latte allo scopo di eliminare indiscriminatamente tutti i microrganismi . I l trattamento UHT (Ultra High Temperature) applicato al latte prevede invece l'utilizzo di temperature dell'ordine di 135-145°C per circa 2-3 secondi. Questi trattamenti permettono una più lunga conservazione del prodotto, ma il tutto a scapito delle proprietà nutritive e probiotiche naturalmente caratteristiche del latte crudo.
D :
Cos'è l'omogeneizzazione?
R :
L'omogeneizzazione è un processo applicato al latte che rompe il globuli di grasso in particelle molto più piccole e impedisce alla crema di salire verso l'alto. L'intensa pressione a cui è soggetto il latte, oltre al calore della pastorizzazione, provoca un cambiamento di colore, sapore e, molto probabilmente, del valore nutritivo del prodotto finale.
D :
Perché il latte comunemente in commercio è pastorizzato?
R :
Per migliorare la sicurezza del prodotto proveniente spesso da molto lontano e munto da alcuni giorni e, per tanto, per prolungarne la vita sugli scaffali dei supermercati.
D :
Il latte crudo va bollito?
R :
No, perché è un alimento sano e sicuro, analizzato e controllato sotto ogni aspetto sanitario e biologico. Con il riscaldamento oltre i 60 gradi si rovinano gli enzimi e le vitamine in esso contenuto; inoltre pare, secondo alcuni studi, che peggiori perfino la digeribilità.
D :
Chi produce il latte crudo?
R :
E' prodotto solo da singoli allevamenti che garantiscono livelli di qualità e di igiene molto elevati.
D :
Dove compro il latte crudo?
R :
Presso i distributori automatici di latte crudo posti nelle piazze dei Paesi o presso le Aziende Agricole produttrici e solo da produttori autorizzati
D :
Quali differenze biologiche e nutraceutiche rispetto al latte industriale?
R :
Il latte crudo è un latte vivo, ricco di preziosi fermenti lattici (Lattobacilli), di calcio, vitamine , carboidrati e le proteine in esso contenute sono integre. E' più digeribile del latte pastorizzato. Vedi anche scheda (link) Latte crudo
D :
Cosa mangiano le mucche che producono il buon latte crudo?
R :
E' prodotto da bovine alimentate secondo rigorose ricette a base solamente di foraggi (fieno di loietto e medica), cereali (frumento, orzo, soia, girasole, ecc.) e sali minerali.
D :
Come si conserva il latte crudo?
R :
Va posto rapidamente in frigorifero, ad una temperatura non superiore ai 5°C
D :
Entro quanto tempo devo consumare il latte crudo?
R :
Se mantenuto a temperatura adeguata, si conserva per almeno 4 gg, così come un normale latte fresco pastorizzato.
D :
Chi può bere il latte crudo?
R :
Lo possono bere tutti. (Tranne le persone allergiche). Da numerose ricerche è emerso che il latte crudo, grazie alla presenza dei fermenti lattici, risulta essere più digeribile del latte pastorizzato e pertanto può essere assunto anche da persone che manifestano intolleranza al latte pastorizzato comunemente in commercio. E' consigliato dai nutrizionisti a tutte le età come alimento sano e completo. Importante per mantenere la struttura ossea dentaria in buono stato, prevenire l'osteoporosi e soprattutto non fa ingrassare. Per i neonati non esiste sostituto al latte materno, tuttavia, se questo non dovesse essere disponibile per qualche sfortunato motivo, il latte crudo può essere una valida alternativa. Le persone con un sistema immunitario compromesso, a causa di malattia, farmaci, o chemio-terapia, potrebbero essere in grado di berlo, ma si consiglia prima di consultare un medico.



D :
Come posso utilizzare in cucina il latte crudo?
R :
Oltre che da bere è buono da….mangiare. E' ideale per la preparazione di ottimi gelati, budini, yogurt, ricotta, formaggi primo sale, dolci, impiegato in molti piatti ad esempio: lonza al latte, gatteaux di patate, purè,...Tuttavia la cottura rovina, come con la pastorizzazione, le caratteristiche probiotiche.
Si ottengono però prodotti freschissimi e in più risparmiando.
D :
Il latte crudo conviene?
R :
Sì. il Latte crudo conviene. Costa mediamente 30% in meno del latte fresco alta qualità e del latte biologico.
Per Il produttore
D :
Quali documenti sono necessari per la vendita di latte crudo?
R :
- Manuale di autocontrollo igienico sanitario e di rintracciabilità aziendale con scheda tecnica descrittiva dei locali di produzione latte e dell'approvvigionamento idrico.
- Dichiarazione di inizio attività all'ASL di competenza dove si trova l'azienda
- Se il distributore è posto in luogo pubblico, è necessario presentare la domanda di occupazione suolo pubblico con pagamento della tassa annuale e presentazione del progetto tecnico/descrittivo impianto (dimensioni e posizionamento)
- Comunicazione entro 15 Dicembre di ogni anno del trasferimento di quota alla vendita diretta
Registro dei corrispettivi per registrazione vendita giornaliera latte
D :
Quali caratteristiche deve avere il latte crudo?
R :
- Valori quantificati sul latte di massa: (vedi (link) riferimenti normativi variabili a seconda dei Regolamenti e Circolari Regionali)
- Conta cellule somatiche inferiore a 300.000 ufc/ml
- Carica batterica inferiore a 50.000 ufc/ml (Lombardia 25.000ufc/ml)
- Assenza di patogeni (Salmonella, Campylobacter, Listerya, E.C. O157, St. Agalactiae)
- contenuto massimo di Staphilococcus coagulasi + pari a 100 ufc/ml
- Aflatossina M1 nel latte inferiore a 50 ppm/ml
- Oltre al rispetto dei normali parametri di legge.
D :
Il latte crudo può essere venduto su suolo pubblico?
R :
Sì, mediante distributori automatici di latte crudo.
D :
Che garanzie bisogna assicurare per il trasporto del latte dall'azienda di produzione al punto vendita?
R :
- Bisogna garantire che la temperatura del latte rimanga inferiore a 4°C
- Che il trasporto avvenga utilizzando contenitori lavabili ad uso alimentare (preferibilmente in acciaio)
- Se trasportato per decine di chilometri è preferibile utilizzare un contenitore di trasporto coibentato o che si utilizzi un mezzo refrigerato
D :
Chi mi può aiutare nella realizzazione di questo progetto?
R :
Bevilatte è a tua disposizione per chiarimenti e per offrirti una consulenza finalizzata alla migliore realizzazione del tuo progetto.

Bevilatte è a tua disposizione per chiarimenti e per offrirti una consulenza finalizzata alla migliore realizzazione del tuo progetto.
Bevilatte ti segue e consiglia anche sulla scelta dei migliori distributori automatici oggi sul mercato.
Bevilatte predispone la campagna pubblicitaria con la realizzazione di brochure e manifesti,offrendoti un servizio di allestimento e
animazione per l'inaugurazione del tuo punto vendita.(vedi anche link I nostri servizi )
Per maggiori informazioni e dettagli, Vi consigliamo di contattarci via mail o via telefono, senza impegno saremo a vostra disposizione.

   


SPONSOR


_____________________

_____________________
Bevilatte © 2008 All Rights Reserved.
  Via San Gaetanino, 32 • 25123 Brescia Tel. 030.2422015 • Cell.: 3357438760 • P. Iva: 03048360980